Il Blog di Progetto donna

Notizie e novità sulla Tua salute dai
Professionisti della salute di Progetto Donna

Torna al sito Progetto Donna

Il Blog di Progetto donna

Notizie e novità sulla Tua salute dai
Professionisti della salute di Progetto Donna

Torna al sito Progetto Donna

Cibi da evitare in allattamento: che tipo di alimentazione seguire in allattamento?

È facile la neomamma si ponga delle domande in questa delicata e importante fase, soprattutto se si tratta del primo figlio.

La gravidanza porta la Donna a dover eliminare o ridurre dalla propria dieta alcuni alimenti e bevande per salvaguardare la salute in gravidanza e per il futuro nascituro.

Le restrizioni alimentari in gravidanza sono soprattutto legate alla nausea, alla pirosi, alla difficile digestione , a scelte alimentari particolari o in casi selezionati a allergie già conosciute.

In gravidanza in particolare si deve seguire una alimentazione che porti a non aver contatti con il toxoplasma (se non è mai stato contratto) in particolare l’attenzione va posta verso le buone norme igieniche soprattutto nelle preparazioni a crudo che in generale dalla gestante devono essere evitate.

Una volta partorito si può tornare a mangiare tutto?

Le idee a riguardo sono diverse, c’è chi dice che la neomamma possa tornare ad avere una dieta varia, mentre alcuni ritengono ci siano degli alimenti da evitare in allattamento.

Non vi sono evidenze scientifiche che vietano determinati cibi in allattamento, sia OMS che UNICEF per quanto riguarda l’allattamento dichiarano che la mamma puo’ mangiare quello che desidera , tenendo sempre conto del bodi max index (BMI), delle norme igieniche alimentari , del gusto personale e delle intolleranze/allergie già presenti nella storia della donna.

Hai altri dubbi riguardo il periodo dell’allattamento? Chiedi consiglio ad un team di professionisti.

Cibi da evitare in allattamento: quale alimentazione seguire?

Il latte materno è la fonte di nutrimento primaria ed essenziale per il neonato che può essere sostituito, su prescrizione del pediatra, dal latte in formula . 

Il latte materno permette di fornire al neonato i nutrienti necessari per la crescita, consentendo la formazione della flora batterica e il passaggio degli anticorpi dalla mamma al bambino ( vedi il sistema del microbiota materno e neonatale).  Per questo motivo è importante che la Donna segua una dieta varia, equilibrata e sana ed introduca una buona quantità di liquidi (almeno 2-2,5 lt durante la giornata).

Come è già stato detto, la dieta della neomamma può essere molto varia e libera. Non esistono veri e propri cibi da evitare in allattamento ma solo una serie di consigli da seguire a riguardo.

Alcune accortezze utili possono essere:

  • escludere l’assunzione di bevande alcoliche e superalcolici.
  • moderare il consumo di bevande contenenti caffeina o altre sostanze energizzanti;
  • limitare il consumo di alimenti potenzialmente allergizzanti come crostacei e frutta secca.

Pertanto,  si può dire che per la Donna, nella delicata fase dell’allattamento, sia indicato mantenere una dieta equilibrata e varia.

La dieta di una neomamma dunque, non deve per forza essere controllata e priva di specifici alimenti.

Ricordiamo comunque che durante l’allattamento il fabbisogno calorico della Donna aumenta poiché c’è un aumento del metabolismo basale, ma questo non significa che occorra aumentare la quantità di cibo.

In questa fase, infatti, il corpo è in grado di fornire e di smaltire le calorie ed energia attraverso le riserve create durante la gravidanza.

Per questo motivo molte Donne, durante l’allattamento iniziano a perdere parte del peso accumulato nei mesi precedenti. Si è visto infatti, che le donne che allattano ritornano nell’arco di circa 6 mesi al peso pre-gravidico senza restrizioni dietetiche particolari.

Il consiglio è quello di assecondare le proprie percezioni, ascoltando il proprio senso di fame e mangiando cercando di privilegiare alimenti freschi e sani, la tipica dieta mediterranea ricca di ricchi di vitamine e minerali e fonti proteiche.

In caso si riscontrino alterazioni del peso sia in eccesso che in difetto è utile rivolgersi a uno specialista della nutrizione.

Hai bisogno di altri consigli o di confrontarti con un team di specialisti riguardo i cibi da evitare in allattamento o su come comportarti con il bambino durante questa fase? Contatta il poliambulatorio a Padova Progetto Donna!